dcsimg

Con ottobre si entra nel vivo con la stagione dei concerti ma anche con le pubblicazioni: tornano infatti ad essere tanti i dischi in uscita questo mese: non si tratta solo di pubblicazioni ex novo, come per molti giovanissimi dei talent, ma anche di piacevoli ritorni dopo diversi anni di assenze, pause più o meno prolungate e attese infinite culminate in (si spera) dischi meritevolissimi di attenzione.

 

Con gli stranieri si comincia il 5 ottobre con il nuovo Wanderer di Cat Power, la super raccolta di John Lennon Imagine e il nuovo disco di KT Tunstall, oltre alla colonna sonora del film A Star Is Born con Lady Gaga. Il progetto solista di Tom Morello The Atlas Underground è atteso per il 12 ottobre assieme a quello dei Darkness (First Class Violence), agli Evanescence (la versione live di Synthesis), al disco natalizio di Eric Clapton (che ci pensa per tempo alle feste), al nuovo di John Grant e anche al graditissimo ritorno di un gigante come Elvis Costello (Look Now,). Nella settimana successiva toccherà ai Disturbed e a Richard Ashcroft, mentre la colonna sonora di Suspiria di Luca Guadagnino firmata da Thom Yorke arriverà in chiusura di mese, il 26 ottobre, come il nuovo album di David Crosby.

 

Tra gli italiani inaugura la moda dei numeri Alessandra Amoroso con il nuovo album 10, in uscita il 5 ottobre, e la seguono la settimana successiva i Subsonica con 8 ed Emis Killa con Supereroe. Il 26 ottobre torna anche Andrea Bocelli con il suo nuovissimo album di inediti dopo tanti anni, ben 14, dall’ultimo progetto. Nello stesso giorno pubblicherà il nuovo album anche Elisa, a poco meno di due anni dal recente On.  Ancora senza data, ma lo ritroveremo sugli scaffali fisici e digitali sicuramente questo mese, l’atteso nuovo album dei Maneskin, il giovanissimo  gruppo che ha sbancato le classifiche dopo la partecipazione all’edizione 2017 di X Factor.

 

 

Photo by Kobu Agency on Unsplash

2 Comments

Businessonlinepharmacy 30 settembre 2018 at 11:31

Il provvedimento vale per le domeniche,non per gli altri giorni.Per quelli valgono le regole già in vigore lo scorso anno e prima. “Per quanto riguarda le limitazioni alla circolazione, dall”1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019, in tutta la città, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì, non potranno circolare veicoli a motore eccetto: quelli a benzina omologati euro 2 o successive, quelli a diesel categorie M1, M2, M3, N1, N2, N3 omologati Euro 5 o successive, ciclomotori e motocicli omologati Euro 1 o successive. Il provvedimento non si attua nelle giornate festive del 4 ottobre 2018, 1 novembre 2018, 25 e 26 dicembre 2018, 1 gennaio 2019″. Non tocca sostanzialmente chi va fuori Bologna per lavoro,ma per chi circola solo in città. L”inquinamento di Bologna è un problema come in tutte le città, che va affrontato comunque e con tutti i mezzi.Questo è solo un piccolo intervento non risolutivo. Cio” che serve ,con una legge nazionale,è la progressiva radiazione obbligatoria ed eseguita con serietà di tutti i mezzi inquinanti che nel giro di tre anni tolga di mezzo i catorci che circolano impunentemente.La rottamazione, se non obbligatoria, non verrà mai fatta,esattamente come i vaccini,anzi aumenterà il numero dei catorci acquistati dalle fasce basse di reddito.

furtdso linopv 17 ottobre 2018 at 7:15

A lot of thanks for all of your effort on this web site. Betty really likes carrying out investigation and it’s easy to see why. My spouse and i learn all about the powerful way you deliver very helpful tips and tricks by means of your web site and even foster response from website visitors about this matter then our own daughter is certainly learning a great deal. Have fun with the remaining portion of the year. You’re conducting a tremendous job.

Leave a Comment